Dove sono

Contattami

Address

Abito da qualche parte su questa minuscola sfera nuvolosa. In un pezzo di terra e rocce a forma di stivale, dove l'abitante medio è il furbetto che si lamenta se gli altri fanno i furbetti.

Sostituzione HD iMac 21″ e 27″ dal 2010 al 2012

Sostituzione HD iMac 21" e 27" dal 2010 al 2012
Apr
14

 

Ecco, Apple non si smentisce mai. La più alta qualità del prodotto al costo dei più impossibili standard tecnologici.

Non parlo certo di ADB, SCSI o FireWire (tanto di cappello, erano fantastici e costosissimi), ma neanche degli alimentatori interni tutti diversi, le RAM di svariati modelli, né tantomeno degli attacchi video dei vecchi PowerBook / iBook / MacBook / MacBookAir. Parlo della connessione interna degli Hard Disk degli iMac prodotti tra il 2010 e il 2012, e se vogliamo anche quelli del 2009.

I modelli che prendo in considerazione sono:

 

    • iMac (21.5-inch Late 2009)
    • iMac (27-inch Late 2009)
    • iMac (21.5-inch Mid 2010)
    • iMac (27-inch Mid 2010)
    • iMac (21.5-inch Mid 2011)
    • iMac (27-inch Mid 2011)
    • iMac (21.5-inch Late 2011)
    • iMac (21.5-inch Late 2012)

 

…che di certo non sono pochi. In questi modelli, se si vuole cambiare il disco rigido (che fra le tante cose dopo un po’ diventa necessario perché sono difettosi di serie dichiarati) bisogna per forza farselo cambiare da Apple, e per il modello da 1TB, costa nientemeno che 300€.

Non lavoro per un centro di assistenza autorizzato, questi sono i prezzi che fanno al cliente. Apple, fai schifo sotto questo aspetto.

 

Perchè non cambiare il disco

 

Ok, basta sfoghi, cerchiamo di capire perché e come questi Hard Disks sono speciali; ogni iMac ha bisogno di una serie di sensori termici all’interno per monitorare la temperatura dei componenti e regolare la ventilazione. Le ventole si regolano a seconda della lettura delle sonde per produrre meno rumore possibile; in fin dei conti ci sta, si tratta pur sempre di un prodotto di qualità. Se non viene percepito il sensore termico, la ventola giustamente va a manetta e il computer potrebbe in alcuni casi rallentare (bug del kernel).

Negli iMac di generazione precedente si utilizzavano dei sensori a parte attaccati con dell’adesivo al corpo dell’HD e collegati con il loro cavo alla scheda madre, quando si cambiava il disco bastava riattaccare il sensore al nuovo disco e tutto tornava a posto.

Poi la storia è cambiata. A cominciare dagli iMac del 2009-2010 Apple ha introdotto un nuovo sistema per monitorare la temperatura interna dei dischi: un cavo speciale collegato alla porta supplementare del disco rigido. Quei quattro/due/sei pin di fianco al connettore SATA che ogni tanto ci sono e ogni tanto no. Questi pin sono fatti per comunicare dati aggiuntivi alla scheda logica, e dipendono dal firmware e dal produttore dell’HD. Apple ha voluto usarli per la temperatura.

Quindi basta trovare un HD uguale identico a quello interno e ricollegare il cavo, giusto? No.

Non basta avere lo stesso HD,  ma lo stesso HD deve avere lo stesso identico firmware, pena il fatto che non viene riconosciuto il sensore. Non si può cambiare la scheda madre del disco con quella custom, non si può scrivere un nuovo firmware, dato che non si trova da nessuna parte.

Bene, bella stupidata, Apple lo ha capito dopo qualche anno e ha deciso di rendere la storia ancora più complicata: niente più cavetto speciale. Ora il cavo per il sensore di temperatura lo mettono nello spinotto di alimentazione!!

Premetto che mi ci è voluto un po’ per capirlo, ma gli spinotti di alimentazione hanno un pin particolare (il numero 11), che può essere utilizzato dal vendor per funzioni speciali; in questo caso funge da sensore di temperatura.

hd_powerpin

Anche in questo caso sostituire il disco non serve a nulla, il computer non riconosce il sensore e le ventole vanno al massimo.

 

La soluzione a tutti i mali

 

Un piccolo cortocircuito. Nel caso dei vecchi spinotti supplementari (i 2 pin collegati di fianco allo spinotto SATA) basta ponticellarli con un filo di ferro. Ricoprire con nastro isolante e richiudere il computer. Niente di difficile, si può anche inserire dei sensori termici, ma non lo consiglio.

hd_pinshorthd_pinshort_goodGli iMac del 2011-2012 invece sono una vera rottura di scatole. Qui ho dovuto analizzare i cavi di alimentazione per capire quale era quello speciale (adoro cercare i problemi prima della documentazione), collegarlo ad un tester, analizzare le tensioni che circolavano, utilizzare MRI per tenere monitorato il valore della sonda.

La tensione misurata cresce al crescere della temperatura, quindi va portata ad un livello il più basso possibile. Portandolo a 0V la sonda misura una temperatura bassa, quindi provo a cortocircuitare il pin 4 con il pin 1.

 

Magicamente il computer torna a funzionare correttamente! Per evitare problemi ad eventuali dischi che non hanno il pin dedicato taglio il filo e lo cortocircuito direttamente alla massa:

 

Attenzione a non collegare il filo alla massa del computer (per esempio allo chassis), deve essere collegato alla massa del cavo di alimentazione, altrimenti non va (per cause a me ignote).

 

Rischi?

 

Secondo me la procedura non dovrebbe avere rischi, d’altronde la ho già fatta a centinaia di computers e nessuno è ancora tornato con problemi di HD. Questo perché i dischi odierni scaldano molto meno di quelli originali, quindi meno ventilazione non li fa bruciare. La ventola non viene fermata se il sensore indica zero (cortocircuito), ma semplicemente va al minimo. Parlo solo della ventola dell’HD, ce ne sono altre due che lavorano indipendentemente, quindi il processore e la scheda video non corrono rischi direttamente legati al sensore rimosso.

 

In Conclusione

 

Apple, hai rotto i maroni con i tuoi standard, gli Hard Disks sono pezzi fragili e per definizione universali, non puoi metterti a fare i tuoi standard su una parte che per definizione va cambiata facilmente dato che è fragile. E non puoi farli pagare così tanto solo perché vuoi vendere i nuovi e lentissimi iMac (senza Fusion Drive).

Chiunque può far funzionare l’iMac con un nuovo disco. Basta mettere in corto il sensore.

 

 

AGGIORNAMENTO

 

Ho ricevuto da un visitatore (Grazie, Luigino Pellizzaro) delle foto riguardo un metodo meno invasivo per cortocircuitare il cavo, e ci terrei a pubblicarlo per completezza. Lo trovo molto valido e lo consiglio come alternativa alla saldatura. Attenzione a non piegare il cavo di rame quando è dentro per evitare di rompere lo spinotto.

imac-dettaglio1imac-dettaglio2

Comments (47)

bella guida complimenti
io posseggo un imac 27 mid 2011
da quello che ho capito,dovrei tagliare il pin 4 e collegarlo alla massa dell’alimentazione
è giusto?

Al filo 1, non ad una massa qualunque. Grazie per la visita!

Scusa volevo solo chiedere il pin 4 cortocircuitato al pin 1 dello stesso spinotto dell’alimentazione del disco. Giusto

Esatto, devi cortocircuitarlo alla massa dello stesso spinotto, non una massa qualunque.

Scusa, ma una app per la regolazione manuale delle ventole ?

A volte il kernel va al 100% perchè non riconosce il sensore. E poi se si reinstalla il sistema la modifica viene persa.

Salve se è possibile una info : iMac 27 pollici metà 2011 processore 3,4 ghz i7 oltre al superdrive ho installato ssd più hd caiwar green da 3 Tb ma questultimo non viene rilevato da utility disc grazie

Caviar Green è noto per essere un pessimo brand di hard disk. Li sconsiglio. Ad ogni modo il problema potrebbe variare, non esiste una causa unica. Consiglio di verificare che il disco funzioni effettivamente prima del montaggio. Altrimenti potrebbe essere colpa di qualche cavo.

ciao, ho un imac 21 del 2012. quando lo spengo la ventola parte al massimo.. cosa mi consigli di fare, può essere il sensore della temperatura?

Potrebbe, ma non è garantito che sia quello la causa. Prova a fare un test ASD o AHT (se riesci) altrimenti avvialo con un sistema operativo esterno. Bisognerebbe in alternativa cercare di vedere le letture dei singoli sensori per capire se quello del disco ha valori non validi.

ho eseguito il test e non mi da nessun errore…

Provato a salvare i dati e installare un sistema pulito (senza rimetterci tutto) ?

si, l’ho formattato e installato un sistema novo ma niente, l’unico modo per fermare la ventola è staccare la corrente :(

Bel casino allora, se il test non rileva errori sui sensori/motori e il sistema è pulito probabilmente è un errore hardware. Mi sembra quasi un sintomo dato dalla connessione errata del sensore del disco rigido (come da articolo), puoi verificare il cavetto come è collegato o saldato?

l’hard disk è connesso con l’apposito connettore come la maggior parte..
è un imac model A1418 (21,5)

Rispondo via email per non intasare i commenti.

ciao, il connettore in foto è lo stesso negli imac 27 mid-2011? sono sempre i pin 1 e 4 da cortocircuitare?

Se vedi un filo a parte che si collega al disco devi fare quello (cortocircuito) altrimenti va modificato il connettore dell’alimentazione.

confermo, ho un imac 27″ mid-2011 e funziona alla grande

Ciao, dopo che hai cortocircuitato quale software per la regolazione delle ventole stai usando?

Nessuno. Non serve usare software con questo metodo. È questo il bello : )

Scusa, e se la temperatura del disco aumentasse non potrebbero esserci rischi?
Grazie

Di sicuro non prende fuoco il computer. La temperatura non aumenterà mai fino a livelli critici per svariati motivi:
– I dischi odierni scaldano molto meno
– La ventola non viene mai fermata, solo messa al minimo
– Ci sono altre ventole che fanno girare l’aria
– La scheda del disco monitora la sua stessa temperatura

Ah ok. Ultimo dubbio. Oltre a cambiare il disco interno, dovrei aggiungere anche un SSD. Ho ordinato uno sdoppiatore di alimentazione sata e mi sono reso conto che ci sono solo 4 fili. A questo punto credo di avere un problema. Mi confermi?
Grazie

Se vuoi fare doppio ti consiglio di metterlo al posto del DVD, non come disco secondario, anche se la scheda madre lo supporta.

Il problema e che il superdrive mi serve.
A questo punto, acquisto il cavo di alimentazione a a parte per l’SSD (si trovano a prezzi modici) e lascio quello originale sul disco da 3,5 così posso modificarlo così ci hai suggerito

Ciao,
come mai sconsigli di mettere un SSD come secondario tenendo il disco originale e il DVD ?

Perchè non ho idea di come si possa comportare in assenza del sensore sulla seconda porta SATA. Non so neppure se c’è un sensore, nel dubbio meglio andare sul sicuro. Se vuoi provare devi acquistare i cavi e il cabinet da montare all’interno, non vengono inclusi nel computer.

Capito,
i cavi sata dati ed alimentazione specifica per la porta secondaria li ho, ho un ssd da 256 GB che vorrei montare in aggiunta ma comunque seguirò lo stesso i tuoi appunti sull’HD sata primario perchè è del 2011 e non è certo un fulmine di guerra…
Vorrei prendere qualcosa di performante ma non troppo rumoroso, magari da 1 o max 2 terabytes, cosa consigli come marca ? Western Digital ? Ho visto che hanno il green label e red label, ma sono indeciso.
Volevo anche chiederti una delucidazione in merito…
Il corto circuito lo faccio collegando con un filo la massa dell’alimentazione sata e il pin 4, ma non volevo tagliare i fili, posso usare un rubacorrente? Oppure vado di saldatore e sciolgo un paio di mm di guaina protettiva e saldo il filo ponte? Ultima cosa… Nel caso (ma non credo) che abbia lo spinotto supplementare oltre al cavo dati e alimentazione sata, ponticello i due cavi dello spinotto supplementare?
Grazie per la pazienza…

WD black o Hitachi (HGST). Red e green non vanno bene. Stai lontano anche dai blue.
Non sciogliere la guaina con il saldatore, piuttosto usa un taglierino. Non dovrebbe essere necessario ponticellare l’altro, nel caso avessi problemi con le ventole… procedi pure.

Ciao,

devo cambiare l’hd del mio imac 27″ mid 2011, che inizia a dare segni di cedimento. Consigli qualche modello in particolare?
Potresti postare uno schema o una foto più grande della modifica da fare?

Grazie e ciao!

Prendi un SSD Samsung o Crucial. Altrimenti un Seagate di fascia alta o un Hitachi. La foto è quella che vedi, non ho altri iMac sotto mano per rifarla.

Mi hai fatto avvilire…

iMac 21″ late 2011 di mia sorella e’ lento da far pena, avevo deciso di sostituire il disco (che secondo me e’ la causa della pachidermia) con un’unita’ a stato solido ma mi hai sconfortato, come funziona in quel caso il sensore di temperatura, e’ ancora possibile ingannarlo o meglio che rinunci?

Ricordo sui vecchi iMac era di una semplicità incredibile, anche quando fecero i primi iMac Intel con case ad incastro era abbastanza facile aprirli ed operare, ormai sono ermetici e fanno di tutto perché si debba ricorrere ai loro centri assistenza per qualsiasi upgrade o riparazione ed i prezzi sono da rabbrividire…

Ciao e grazie

Giovanni

Se metti il drive SSD al posto del disco rigido e segui la guida non dovrebbero esserci problemi..! E tieni conto che l’informatica è fatta così, praticamente come qualunque altro campo, dall’economia al commercio fino ai rapporti umani. Si tende ad aggiungere sofisticazione strato su strato, fino ad arrivare al punto che per fare un lavoro che una volta era banale ora bisogna essere un esperto del settore. Per quello che riguarda i computer tieni conto che sono progettati per avere una parte di modularità e una parte pensata per essere statica, come per esempio la scheda madre; non ti aspetti di cambiare una scheda video o il controller thunderbolt in un mac odierno, è tutto parte dello stesso pezzo. I drive SSD e le ram di alcuni modelli sono ancora intercambiabili perchè hanno una probabilità di guastarsi molto più elevata e indipendente rispetto agli altri pezzi. Chiaramente se vuoi avere un hard disk che ti possa monitorare la sua stessa temperatura (come con questi iMac) devi fare qualcosa che va oltre lo standard industriale, quindi creare qualcosa di proprietario. Apple lo ha sempre fatto, fin da quando usava un sistema SCSI ad hoc nei powerbook. Non avvilirti, è così che funziona e basta. Se volevi un computer semplice dovevi tornare indietro di 30 anni, ma auguri con gli standard a quell’epoca!

Ciao

A mia memoria gli unici computer Apple che ho posseduto e degni del blasone erano il PowerBook Ti667 ed il PowerMac Dual G4, quest’ultimo semplicemente indistruttibile, peccato per le ventole rumorose…

Concordo con te sulla specializzazione, come esempio porgo sempre quello degli architetti del rinascimento che disegnavano tutto, dalle fondamenta agli arredi passando per le attrezzature necessarie a raggiungere gli obiettivi di progetto, dopo, con l’evoluzione tecnologica, si e’ arrivati al punto che cio’ che faceva una sola persona (e Santa Maria del Fiore come San Pietro etc non erano propriamente dei monolocali…) ora richiede troupe da plotoni di fanteria.

Questo detto mi spaventa aprire l’iMac late duemilaundici (come vedi anche il mio MacBookPro non funziona bene, diversi tasti della tastiera, incluso il numero due, non vanno…) ma non credo ci siano grosse difficolta’, il problema sara’ procurarmi il cavo con sensore temperatura per il disco rigido che ho trovato da OWC negli Stati Uniti, tutto sta a vedere se se ne trovano anche nel vecchio continente e, comunque, comporta un aggravio di una cinquantina di euro/dollari sul semplice costo dell’unita’ SSD.

Grazie per la risposta

Ciao

Giovanni

Ciao ho un iMac 27 del 2010 con cpu I7 ora si è rotto il disco fisso 1TB lo cambiato con un SSD crucial MX100 da 512 GB, ho visto un video su Youtube e cosi ho copiato e fatto tutto, io ci lavoro con bootcamp con win7 l’unica cosa che noto però su Photoshop non va bene le immagine si bloccano, ora mi hanno consigliato un SSD OWCSSDMX6G240T tu cosa ne pensi.
Ciao e grazie

Non si riesce a capire così se la causa è l’accesso al disco oppure qualcos altro. Bisogna effettuare una diagnosi approfondita.

Ciao, Complimenti per la guida.
ho un iMac mid 2011, se volessi sostituire l’ HD presente con uno SSD, devo procedere seguendo la tua guida per eludere il sensore ? o posso lasciarlo cosi com’è ? Molti tutorial su internet cambiando con SSD senza preoccuparsi del sensore…
Mi sembra di capire che tu consigli la sostituzione del superdrive con sdd?

Grazie in anticipo
Alex

Eludi il sensore, se scegli di non farlo nel modello sbagliato di iMac te ne accorgerai dal rumore che fa. Non sostituire il superdrive con un SSD, potrebbe avere il bus più lento di quello dell’HD.

Salve
Ottima guida ho un imac 21,5″ 2011 ho provato questo metodo,(mettondo il ponte di rame) ma purtroppo non capisco il perchè ma qualsiasi hdd provi ad installare, le ventole non partono ma l’istallazione va in kernel panic.
Tranne con il suo orignale che va a buon fine.
Cosa può essere.

Guarda i log della installazione. Potrebbe essere colpa degli hard disk che sostituisci oppure la ram. Fai un test con un ASD nel caso.

Grazie
Per la risposta, ho cambiato 4 tipi di hdd di marche diverse.
ASD ok supera i test.
Non capisco il problema.

Guarda i log. Non conosco casi simili con soluzioni correlate.

Scusa ma si crea qualche file di log nel hdd oppure quelli che vedo a schermo.

Si vede a schermo, durante la installazione. Cerca nei menu.

Grazie alla fine il problema era la pennetta fatta con sierra.
Volelo provare a montare un termistore al posto del corto, hai visto il range di tensione presente hai qualche valore di riferimento.

No a dire il vero. Di solito monto SSD che non hanno problemi di temperatura. Non so neanche se il range segue un andamento lineare o no, è tutto integrato nella scheda madre del disco, potrebbe essere anche un PWM.

Leave a Comment